TORTA DI MELE E MARMELLATA DI PESCHE

img1486065884334

Ciao a tutti,

siete pronti per una nuova dolcezza da mangiare a colazione oppure per una piacevole merenda tra amiche? Benissimo allora partiamo con questa torta di mele resa gustosa e morbida grazie all’aggiunta di marmellata e utilizzando olio e yogurt possiamo renderla buona ma più leggera. Inoltre la possiamo preparare senza l’utilizzo di bilancia perché useremo il vasetto di yogurt da 125 gr. per ogni prodotto da aggiungere alla nostra preparazione…pronti…preparate la lista della spesa e poi via a cucinare…

INGREDIENTI:

  • 2 uova
  • 2 vasetti di farina 00
  • 1 vasetto di amido di mais
  • 2 vasetti di zucchero 
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 1 vasetto di yogurt bianco ( oppure alla pesca per aggiungere più gusto)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 fialetta di aroma alla vaniglia
  • 1 mela grande
  • 4 cucchiai circa di marmellata di pesche
  • zucchero di canna q.b.
  • zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO:IMG_20170202_205447

Iniziate montando molto bene con la planetaria oppure le fruste elettriche i vasetti di zucchero con le uova, poi aggiungete lo yogurt e l’olio, l’aroma di vaniglia e il lievito, mescolate nuovamente molto bene.

Ora aggiungete le farine setacciandole prima in modo da non formare grumi.

Mettete il vostro composto all’interno di una tortiera preventivamente imburrata e infarinata, a questo punto aggiungete le cucchiaiate di marmellata e usando il cucchiaio cercate di spalmarla anche mescolando leggermente sempre rimanendo in superficie.

Mondate la mela e ricavatene delle fette spesse un paio di millimetri mettetele sopra la torta tutto intorno coprendo tutta la superficie, poi spolverizzate con lo zucchero di canna infornate a forno statico a 180° per circa 45/50 minuti fate la prova con lo stecchino.

Quando la torta sarà fredda potete spolverizzare di zucchero a velo e poi….

BUON APPETITO!!!

IMG_20170202_205147

 

 

TORTA DI MELE E MARMELLATA DI PESCHEultima modifica: 2017-02-02T22:11:07+00:00da gabryavel
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

*